Fino al terremoto del 62 d.C. l'edificio era utilizzato dai gladiatori per i loro allenamenti, come testimoniano i 120 graffiti a tema gladiatorio rinvenute nella caserma. Successivamente l'edificio diventò abitazione privata. All'interno della struttura vi è un grande cortile circondato da 24 colonne, otto colonne nel lato lungo e quattro nel lato corto (peristilio). Scene di caccia e temi mitologici sono rappresentati sui muretti bassi tra una colonna e l'altra. Il triclinium (sala da pranzo) posto nella parte posteriore della casa, è decorato con affreschi in terzo stile e una pavimentazione a mosaico.

contentmap_plugin